Foto Massimo Pinardi
Contributi

I ragionieri ragionano benissimo

di Massimo Pinardi, REF

I ragionieri ragionano benissimo”, diceva Rodari, ma i conti non tornano. Come Real Estate Ferrara siamo proprietari dell’area in cui ha operato la distilleria Alc.Este: si tratta di 196.972 mq. (circa 30 campi da calcio) a pochi passi dal centro di Ferrara. Vorremmo rigenerarla, svilupparla, trovarle nuove destinazioni utili alla comunità. 

Da anni accompagniamo nell’area studenti di architettura, artisti, musicisti, fotografi, designer… tutti ne rimangono colpiti. C’è chi la vede come “palcoscenico” di un mondo industriale dismesso, tutti immaginano nuove vite per l’Alc.Este. Nonostante queste sollecitazioni ci troviamo davanti ad un mercato che non esprime una domanda chiara e adeguata all’importanza che l’area riveste per la città. Ci sono però persone, gruppi, associazioni, che vanno ricercando nuovi modi di abitare, lavorare, stare assieme, giocare, fare economia, società e cultura. Ci siamo resi conto che serve un cambio di prospettiva, un nuovo punto di vista da cui vedere e affrontare il problema.

Il cambio di paradigma

Se il mercato non esprime una domanda chiara ed esplicita in grado di far tornare i conti serve ridefinire, costruire la domanda coinvolgendo tutti coloro che in qualche modo esprimono interesse sull’area, serve un cambio di paradigma dell’approccio all’area.

Questo cambio di paradigma ha preso forma in un percorso di co-progettazione, condiviso con il Comune di Ferrara, per attivare spazi e momenti per ragionare assieme, costruire relazioni forti tra chi esprime interessi sull’area, condividere scenari, problemi, soluzioni. Rigenerare Alc.Este significa dialogare con l’acqua e col sistema dei canali, trovare nuovi utilizzi di contenitori industriali di pregio architettonico, riflettere sul presente e sul futuro di Ferrara.

Buona parte di questo percorso di co-progettazione si basa sullo scambio e sulla condivisone di informazioni, ecco perché abbiamo sentito forte la necessità di attivare questo sito come specchio del percorso. Si tratta di uno strumento di lavoro che terremo costantemente aggiornato tenendo traccia di ciò che accadrà nei prossimi mesi. 

Non possiamo conoscere gli esiti di questo percorso, ma non possiamo neanche aspettare che il mercato da solo esprima la sua domanda; anche perché i ragionieri direbbero che aspettare forse costa di più.